Intervista ad Alessandro Castagna, ideatore e gestore del sito e della società Latitudine 40

Categoria: IMDL - COME COSTRUIRE IL PROPRIO FUTURO

Ci vuoi raccontare la tua storia e come è nata l’idea di “Voglio Vivere Così”?
Volentieri. L’idea è nata viaggiando. Per oltre 15 anni ho avuto una società che importava gioielli etnici da varie parti del mondo. All’inizio, per cercare i prodotti, viaggiavamo molto e, in ogni angolo di mondo che visitavamo trovavamo qualche italiano che aveva mollato tutto e si era trasferito a vivere lì. Allora mi sono detto: perchè non creare un sito per raccontare tutte queste belle storie di “fuga” e di nuovi inizi ? Ed ecco che nel marzo 2007 è nato Voglio Vivere Così dove a tutt’oggi abbiamo pubblicato più di 1000 racconti di italiani che hanno cambiato vita.

In che modo la “filosofia” dei tuoi portali web si riflette tutt’oggi nella tua vita?
Diciamo che a forza di leggere e pubblicare racconti di persone che avevano mollato tutto e si erano trasferite all’estero, magari in paradisi caraibici, ho capito che era arrivato il momento di passare all’azione. Da anni con mia moglie sognavamo il trasferimento nel nostro “luogo dell’anima” e finalmente dopo tanti programmi eccoci a Minorca, una piccola e tranquilla isola delle Baleari.
Viviamo a Mercadal, un piccolo paesino al centro dell’isola da circa un anno e mai scelta fu più indovinata.

Seconda la tua esperienza qual è il primo passo da fare per chi desidera “provarci” e “crederci”?
Direi i primi passi. Innanzitutto raccogliere il maggior numero di informazioni possibili sul Paese dove si sogna di andare. I siti dove cercare non mancano. Secondo step: un periodo, possibilmente abbastanza lungo, di “visita esplorativa” del luogo prescelto per verificare che dal vivo sia come ce lo immaginavamo. Terza cosa: una buona pianificazione di quello che andremo a fare nella nostra nuova vita.

“Mollare tutto” è oggi quindi ancora possibile? E se sì, come e quali gli ostacoli?
Gli ostacoli possono essere di diversa natura, dipende molto da quello che uno ha deciso di fare. Possono essere burocratici (i visti per esempio), economici, culturali o di altra natura. Per questo motivo suggerisco sempre un periodo di ambientamento abbastanza lungo per poter capire e imparare. Poi dipende molto se si emigra per cercare lavoro, fare impresa o semplicemente godersi la pensione in una località calda e soleggiata.

Come mai secondo te la maggior parte delle persone che scelgono di inseguire i propri sogni lo fa soprattutto scegliendo l’estero e non l’Italia?
Perché molti Paesi esteri offrono una qualità di vita migliore rispetto a quella che offre l’Italia. Migliori retribuzioni, meritocrazia, burocrazia più snella, città più vivibili per i bimbi, clima più sano. Molti, non tutti oviamente.

Ringraziandoti della tua disponibilità, desideri dare un ultimo consiglio ai nostri lettori?
Uno su tutti: pianificate bene la vostra nuova vita, anche nei minimi dettagli e tenetevi una porta aperta nel caso qualcosa non vada per il meglio, non si sa mai.

Sito web www.voglioviverecosi.com

Condividi su:

I commenti sono disabilitati.

WIDGETS NEEDED!

Go ahead and add some widgets here! Admin > Appearance > Widgets

UA-1135640-30