Curriculum via mail: tutti i consigli!

Categoria: IMDL - CONSIGLI E INFO

La ricerca lavoro si svolge ormai prevalentemente sul web. Ecco una guida
per scrivere mail che valorizzino il tuo curriculum: l’oggetto, il testo,
gli allegati, la grafica e tanti altri consigli utili per trovare il posto
che fa per te, sfruttando al cento per cento le risorse del web

Ormai la ricerca lavoro è online. Gli storici curriculum cartacei con
la lettera d’accompagnamento scritta a mano fanno parte del passato.

Non è certo vietato utilizzare la posta ordinaria, ma è una pratica
che sta lentamente scivolando fuori dal tempo.

Se hai scovato un’offerta di lavoro che sembra fatta apposta per te,
devi innanzitutto scrivere un curriculum perfetto. Solo a quel punto ti potrai
preoccupare di farlo rendere al cento per cento delle sue possibilità e
far sì che il responsabile delle risorse umane di un’azienda legga con
interesse la tua candidatura.

Punto primo. E’ meglio non scrivere il curriculum nel corpo della mail,
per diversi motivi: il corpo della mail deve essere utilizzato per scrivere
una breve presentazione di se stessi. Inoltre, un curriculum in un documento
pdf allegato alla mail è graficamente più interessante ed elegante.

Non sperimentare l’utilizzo di caratteri grafici troppo particolari.
Vanno più che bene Times New Roman o Verdana (un font ad altissima leggibilità sullo
schermo).

Dal momento che chi riceverà la mail ci dedicherà (se siete fortunati)
al massimo qualche minuto, è bene curare in modo maniacale la precisione
e l’impaginazione. Un documento confuso e disordinato, con qualche errore di
ortografia qua e là, sarà cestinato con un click.

Punto secondo. Bisogna prestare la massima attenzione all’oggetto della
mail. Mai lasciarlo in bianco; sono necessarie poche parle, ma ben ponderate.
Se mandi il curriculum in risposta a un’offerta pubblicata, indica in oggetto
la referenza della stessa.

Se invece hai deciso di inviare una candidatura spontanea, scrivi la
parola “Curriculum CV” e il posto di lavoro che ti interessa. Ecco
il punto di vista di un datore di lavoro: “A me piace leggere 5 righe
sincere, sono tizio, ho fatto questo, mi piacerebbe fare quello, sto cercando
un posto fisso – una collaborazione – uno stage. (errore di molti, mandano
il CV ma non spiegano cosa stanno cercando)”.

Punto terzo. Ovviamente non ha nemmeno senso inviare mail senza testo,
con il solo curriculum in allegato. Nessuno si degnerà di aprirlo.

Quando mandate una email a un’azienda presentatevi. Dimostrate di aver
perso cinque minuti a visitare almeno il sito dell’azienda che contattate,
dimostratevi interessati a loro e al loro lavoro, sopratutto se volete poi
che loro utilizzino un’ora del loro tempo per farvi un colloquio.

Punto quarto. La velocità intinseca al web e l’economia della rete non
devono essere un incentivo all’invio “a pioggia” di lettere e curriculum
generici. Meglio mandarne cinque ben studiati che cinquanta standard e poco
personalizzati.

A tal proposito, ecco una testimonianza raccolta sul web: “Quando ho mandato
le mail in maniera eccessivamente formale non ho ricevuto alcuna risposta,
viceversa quando ho scritto in poche parole chi sono e cosa potrei fare ho
ricevuto risposta (anche per dire “la terremo in considerazione in caso
di bisogno”). Ricordatevi che dall’altra parte dello schermo c’è pur
sempre una persona come voi, a cui fa piacere leggere ogni tanto qualcosa di
diverso dal solito “chiedo di poter essere tenuto in considerazione, questo è il
curriculum, cordiali saluti”.

Punto quinto. Rispondere velocemente (nel giro di poche ore) all’azienda
che ti ha contattato via e-mail dimostra che sai usare gli strumenti messi
a disposizione dal web.

Buona fortuna!

Fonte: Studenti.it

Redazione – Il Mercato del Lavoro

I commenti sono disabilitati.

WIDGETS NEEDED!

Go ahead and add some widgets here! Admin > Appearance > Widgets

UA-1135640-30